Come finanziare le Ciclovie?

Uno degli aspetti cruciali per la realizzazione delle ciclovie risulta essere il loro finanziamento. Dall’ultimo anno si assiste ad un crescente interesse per la ciclabilità e stanno emergendo diverse opportunità che possano consentire la realizzazione di infrastrutture sistemiche come la nostra Ciclovia Olona Lura.

L’interesse per gli investimenti nell’ambito della ciclabilità si sta consolidando a livello regionale, nazionale ed europeo trovando una sinergia d’intenti politica ed istituzionale. Nell’ottobre 2015 è stato infatti effettuato a livello europeo un incontro informale dei Ministri dei Trasporti del Consiglio dell’Unione Europea che per la prima volta è stato dedicato esclusivamente alla mobilità ciclistica. L’Italia è stata rappresentata dal Ministro Delrio che ha sostenuto l’adesione del governo italiano alla “Dichiarazione di Lussemburgo”, invitando la Commissione Europea ad includere nel suo programma di lavoro lo sviluppo di una Strategia europea per la mobilità ciclistica.

Il tema della mobilità ciclistica è spesso associata ad interventi alla scala urbana per la vivibilità delle città, tale approccio è condivisibile in quanto la maggioranza della popolazione risiede nelle città, 68% in Italia, pertanto agire a questo livello consente il raggiungimento di un maggiore impatto degli investimenti. Tuttavia anche la mobilità territoriale su lunghe distanze, e quindi il cicloturismo, stanno entrando nell’agenda dei finanziamenti a tal fine basti richiamare l’attenzione alle ciclovie da parte della Legge di Stabilità 2016 e dalla presenza di sempre più strategie nazionali ed internazionali finalizzate alla definizione di network infrastrutturali per le biciclette.

I finanziamenti europei appaiono gli strumenti maggiormente funzionali a produrre progetti innovativi in grado di creare le condizioni ottimali nelle quali inserire la ciclovia. I diversi programmi ad erogazione diretta da parte della Commissione Europea consentono di intercettare risorse per la realizzazione di interventi qualificanti, potenzialmente in grado di far si che la Ciclovia Olona Lura non sia una mera infrastruttura, ma produca tutti i benefici indiretti sulla società (programma Horizon2020, Erasmus+), l’economia (programma COSME) e l’ambiente (programma LIFE); toccando i tre capisaldi della sostenibilità che fin dalle origini sta caratterizzando la definizione di questo progetto di territorio.

Complessivamente nei prossimi quattro anni, sommando fondi europei (espliciti, diretti, indiretti), fondi regionali e fondi nazionali, saranno disponibili per interventi infrastrutturali ed inerenti l’ecosistema di iniziative connesse alla presenza di infrastrutture circa 220 milioni di euro.

 wqsdfg

Questi fondi appaiono consistenti, ma è ancor più interessante osservare  gli investimenti sul territorio lombardo nell’ultimo quadriennio 2010-2014 nel quale sono stati investiti complessivamente 146 milioni di euro, di questi 109 ricadono nelle 3 Province della ciclovia (15 Como, 70 Milano, 24 Varese) che hanno investito 47 milioni di euro.

Un’analisi più raffinata, effettuata all’interno dei 62 Comuni direttamente attraversati dalla Ciclovia Olona Lura, restituisce l’attività di 14 enti che hanno investito 3,4 milioni di euro.

Questa spesa è stata sostenuta in larga parte dagli stessi Comuni con una percentuale del 40% dei casi, la Regione Lombardia ha sostenuto il 34% della spesa, i privati il 12%, prevalentemente all’interno delle trasformazioni urbanistiche. Da questa considerazione emerge una forte rilevanza da parte dei Comuni con una spesa che in prospettiva si sta lentamente contraendo (verosimilmente a causa dei vincoli di stabilità), contrariamente ad un incremento da parte della Regione Lombardia. L’ente regionale nel corso della prossima programmazione comunitaria 2014-2020 incrementerà ulteriormente la propria dotazione nei fondi destinati alla ciclabilità con un ingente investimento di 20 milioni di euro già stanziato (all’interno della Ciclovia vi hanno aderito Como e Parabiago, attualmente la Regione sta valutando le proposte pervenute).

Su tutto il territorio regionale l’effetto di questi investimenti si è tradotto in nuovi chilometri di piste ciclabili, quantificati in 969 km nel quinquennio, di questi 7 rientrano nel territorio comasco 140 km nel territorio milanese e 27 nel territorio varesotto. Sulla tipologia di interventi realizzati emergono, oltre alle piste, infrastrutture connesse al trasporto ferroviario ed alle linee ferroviarie.

ki

La linea viola indica i Comuni direttamente attraversati dalla Ciclovia.

In termini assoluti è una cifra per nulla secondaria che testimonia sicuramente l’interesse per la mobilità ciclabile ed anticipa grandi opportunità per le prospettive ciclabili. La chiave interpretativa, per rendere ancora più efficaci questi investimenti, non può che essere la definizione di interventi prioritari e strategici basati su infrastrutture inserite in un contesto che favorisca altri tipi di politiche di natura ambientale e di sviluppo economico, prospettive che abbiamo delineato con il Masterplan della Ciclovia Olona Lura.

Annunci

Un pensiero su “Come finanziare le Ciclovie?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...