Rilievo del tracciato della Ciclovia Olona Lura

Nell’ultimo mese il team tecnico composto da Guglielmo Caretti e Lorenzo Cozzi ha effettuato una serie di sopralluoghi nel territorio del progetto, per valutare lo stato dell’arte dei tracciati esistenti connessi alla proposta dell’itinerario. Queste attività sul campo sono poi state allargate ad alcuni attori locali per comprendere i tratti più complicati ed identificare un quadro unitario preliminare delle azioni progettuali, valutando le istanze del territorio. In seguito sulla base delle risultanze dei sopralluoghi verranno realizzati approfondimenti tecnici circa la fattibilità del superamento ciclabile di tratti e nodi critici.

107_0060

107_0063

Per valutare lo stato di fatto dell’infrastruttura il rilievo si è basato sui criteri progettuali e gli standard definiti per gli itinerari Eurovelo dalla rete europea European Cyclists’ Federation (ECF), una federazione che raccoglie organizzazioni nazionali per la mobilità in bicicletta, confrontandoli con gli standard svizzeri (SwissMobile). Sono pertanto stati analizzati con particolare attenzione i seguenti parametri: condizioni dell’infrastruttura ciclabile dove presente, rivestimento della sede stradale (asfalto, calcestre, sterrato, etc.), qualità dell’ambiente circostante (presenza di elementi/contesti di pregio), attraversamenti e punti pericolosi.

foto (3)

IMG_3845

Da questi rilievi è emerso che il 40% insiste su percorsi ciclo-pedonali già realizzati, in particolare nella zona della Valle Olona e nell tracciato del Parco del Lura, il 43% del percorso proposto si può ritenere percorribile perchè segue strade campestri o tracciati con bassi volumi di traffico, mentre il 17% del tracciato risulta attualmente difficilmente percorribile. Complessivamente si tratta di un tracciato lungo 134 km nelle tre provincie di Varese, Como e Milano.

IMG_3333

IMG_3901

Il paesaggio attraversato rappresenta un elemento centrale dell’esperienza cicloturistica, dai rilievi è emerso che l’itinerario proposto è caratterizzato da un 36% nelle aree boschive, che costituiscono la classe paesaggistica prevalente, 19% aree agricole, il 28% in aree urbane ed il 17% aree urbane degradate.

107_0065

IMG_3384

Inoltre la percezione del fiume è stata valutata nei tratti che presentavano una prossimità inferiore a 50 metri, rispettivamente il 32% dell’infrastruttura corre lungo il fiume Olona, mentre il 27% lungo il Lura.

IMG_3634

IMG_3257

Le potenzialità individuate risultano essere un’elevata diversità paesaggistica che rendono l’esperienza cicloturistica maggiormente diversificata e dunque attrattiva, sono stati inoltre rilevati una serie di immobili abbandonati come i caselli delle ex ferrovie i quali, riqualificati, potrebbero diventare aree centrali nel disegno complessivo della ciclovia.

107_0085

IMG_3488

Complessivamente è emerso un quadro variegato ed interessante che sarà ora ulteriormente affinato ed interpretato in chiave progettuale continuando il coinvolgimento degli attori locali per affinare la definizione del tracciato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...