La Ciclovia Olona Lura pedala su Eurovelo5

Erano gli inizi degli anni ’90 quando un gruppo di cicloamatori, sostenitori della bicicletta come mezzo di trasporto intelligente, ebbero una visione di amplissima portata: dotare l’Europa di una rete di itinerari ciclabili a lunga percorrenza. Una rete che sia al contempo infrastruttura di trasporto e via di comunicazione ma anche un mezzo di promozione sociale culturale e territoriale che contribuisca alla definizione dell’identità e alla coesione della nascente unione europea.

Un progetto virtuoso e ambizioso che la Federazione Ciclisti Europea (ECF), di cui il gruppo di cicloamatori visionari era parte, battezza col nome di EuroVelo. Al momento sono 14 le rotte individuate e, a seconda che percorrano il continente longitudinalmente (est-ovest) o trasversalmente (nord-sud) sono  numerate rispettivamente con numeri pari o dispari.  Va detto che questi itinerari ciclabili non sono, allo stato attuale, completamente sviluppati e qualitatitvamente uniformi; degli oltre 70.000 km totali è stato realizzato il 65%. ECF prevede il completamento di EuroVelo entro il 2020.

Il tratto che interessa maggiormente la Ciclovia Olona Lura è il tracciato Eurovelo 5, la ciclovia a lunga percorrenza (3.900 km) che unisce Londra a Brindisi. Chiamata anche via Romea Francigena per via della parziale corrispondenza col percorso della via Francigena, ovvero il percorso che, storicamente, i pellegrini cristiani provenienti da nord seguivano per giungere a Roma, Eurovelo5 guida il cicloturista attraverso una ricchezza territoriale, un patrimonio storico, culturale e paesaggistico straordinario e multiforme: dai South Bank londinesi, alle bianche scogliere di Dover attraverso il “Garden of England“, dai luoghi dello sbarco alleato in Normandia alla fiamminga e medievale città di Lille, e poi Bruxelles e le Fiandre, il Lussemburgo, Strasburgo e l’Alsazia, la Svizzera, il cuore delle Alpi, e infne l’Italia, dal Canton Ticino a Brindisi attraverso Milano e Roma.

In Italia Eurovelo5 risulta sviluppata in minima parte, il tracciato individuato è in molti casi solo ipotetico, non molto di più di una linea su una mappa, e affinchè diventi un EuroVelo è necessario che  gli attori locali ne promuovano ed implementino lo sviluppo.

La ciclovia Olona-Lura è parte di EuroVelo 5 e il progetto coordinato da Economia e Sostenibilità (EStà), esemplifica una modalità di applicazione locale della visione “EuroVelo” originale. Lo studio di fattibilità che stiamo conducendo pone particolare attenzione a questa dimensione europeizzante; essa rappresenta senz’altro una grossa opportunità sia in termini di visibilità che di fruibilità, per la ciclovia Olona-Lura stessa e per i territori attraversati. Tante esperienze europee del resto testimoniano proprio che laddove esiste un itinerario ciclabile le ricadute positive sui territori e le comunità sono sensibili  e innescano un processo di ciclabilizzazione capace di amplificarne ulteriormente la portata. Qualora completata la Ciclovia Olona Lura si salderà a nord al tratto svizzero di EV5, già oggi percorribile da Strasburgo lungo tutta la Svizzera fino a Como, mentre a Sud si collegherà con la ciclabile lungo il Naviglio Pavese intersecando Eurovelo8 (la ciclovia Mediterranea) e Vento (da Venezia a Torino) e ampliando la rete e l’offerta cicloturistica italiana ed europea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...